Immagine Bandi Non Attivi
  Bando non attivo

25/08/2015

Finalità dell'agevolazione
Nello specifico, l’Azione "Interventi di sostegno ai progetti di promozione internazionale delle PMI pugliesi” intende sostenere i processi di internazionalizzazione delle PMI pugliesi, con particolare riferimento al rafforzamento delle relative capacità di inserimento e di presidio sui principali mercati internazionali - in termini sia di sbocco, sia di approvvigionamento di fattori produttivi, di tecnologie e di capitali - attraverso la predisposizione di strumenti di sostegno alla realizzazione di progetti integrati ed iniziative aggregate per la promozione internazionale, la penetrazione commerciale e la collaborazione industriale. 
La Regione Puglia intende dunque sostenere lo sviluppo della competitività delle PMI pugliesi sui mercati esteri, attraverso la realizzazione di progetti di promozione internazionale che prevedano un insieme articolato e finalizzato di azioni, tra cui la partecipazione a fiere internazionali, la ricerca di partner, la gestione di centri comuni di servizi di promozione, logistica ed assistenza ai clienti, l’organizzazione di esposizioni temporanee e presentazioni di prodotti.

Soggetti beneficiari
Possono presentare i progetti di cui all’oggetto del presente avviso e, conseguentemente, essere beneficiari dei finanziamenti regionali previsti, i seguenti soggetti: 
  1. Raggruppamenti di P.M.I., aventi sede legale in Puglia, costituiti con forma giuridica di “contratto di rete” che abbiano acquisito soggettività giuridica o che si impegnino ad acquisire specifica soggettività giuridica, prima della concessione dei finanziamenti di cui al presente Avviso, ai sensi del comma 4-quater dell’art. 3 del Decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito con modificazioni dalla legge 9 aprile 2009, n. 33 e s.m.i. In tale caso, la rete deve identificare dettagliatamente lo scopo della propria costituzione e disporre di un programma di rete che contenga l’indicazione dei diritti e degli obblighi assunti da ciascuna partecipante alla rete e le modalità di realizzazione dello scopo comune. Per partecipare al presente avviso, le reti devono essere altresì dotate di un fondo patrimoniale comune o ne devono prevedere la relativa istituzione e sono tenute ad indicare le sole imprese raggruppate effettivamente interessate dalla realizzazione del progetto di promozione; 
  2. Consorzi con attività esterna e società consortili di Piccole e Medie Imprese, costituiti anche in forma cooperativa, aventi sede legale nella Regione Puglia. Per partecipare al presente avviso, i Consorzi devono indicare le sole imprese consorziate effettivamente interessate dalla realizzazione del progetto di promozione; 
  3. le Medie Imprese, in forma singola
In particolare, i progetti di promozione presentati dalle reti e dai consorzi di cui sopra, devono prevedere la partecipazione attiva di un minimo di 3 P.M.I. pugliesi.

Settori ammessi
Ai fini dell’ammissibilità ai finanziamenti previsti dal presente avviso, le piccole e medie imprese che intendono partecipare attivamente ai progetti di promozione internazionale devono essere attive, da almeno due anni, in uno dei seguenti settori: 
  1. il settore manifatturiero (codice primario Ateco 2007 lett. C); 
  2. il settore della fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (codice primario Ateco 2007 lett. D); 
  3. il settore della raccolta, trattamento e fornitura di acqua, gestione delle reti fognarie, attività di trattamento dei rifiuti e recupero dei materiali(codice primario Ateco 2007 lett. E); 
  4. il settore delle costruzioni (codice primario Ateco 2007 lett. F); 
  5. i settori di servizi alle imprese (codice primario Ateco 2007): 
  • H 52 Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti 
  • J 58 Attività editoriali; 
  • J 59 Attività di produzione, post-produzione e distribuzione cinematografica, di video, di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore; 
  • J 62 Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse; 
  • J 63 Attività dei servizi d’informazione ed altri servizi informatici; 
  • M 71 Attività degli studi di architettura e d’ingegneria; 
  • M 74.1 Attività di design specializzate; 
  • M 74.2 Attività fotografiche; 
  • R 90.01 Rappresentazioni artistiche; 
  • R 90.02 Attività di supporto alle rappresentazioni artistiche.

Intensità dell’aiuto
I finanziamenti previsti nel presente avviso non potranno superare il limite massimo dell’80% della spesa ritenuta ammissibile e saranno erogate secondo le seguenti modalità: 
  • un contributo in conto esercizio, fino ad un massimo del 40% della spesa ritenuta ammissibile; 
  • un mutuo a tasso agevolato, concesso dal Fondo per il sostegno ai progetti di promozione internazionale delle P.M.I. pugliesi, fino ad un massimo del 40% della spesa ritenuta ammissibile. 

Spese ammissibili
Ai fini della determinazione dell’importo di finanziamento ammissibile, si evidenzia che le tipologie di spese ammissibili riguarderanno:
  1. Spese per servizi di consulenza specialistica, finalizzati a sviluppare il progetto di promozione internazionale della rete;
  2. Costi esterni per la figura obbligatoria del “export manager” (temporary manager o manager condiviso dalla rete di imprese);
  3. Spese per servizi di consulenza specialistica relativi a studi ed analisi di fattibilità per la costituzione e gestione di investimenti all’esterofunzionali alla costituzione di centri comuni di servizi di vendita, controllo e certificazione di qualità, assistenza post-vendita, distribuzione e/o logistica per il sistema di offerta della rete;
  4. Spese per la partecipazione diretta e collettiva della rete a fiere specializzate di particolare rilevanza internazionale;
  5. Spese per l’organizzazione e la realizzazione di iniziative promozionali comuni, finalizzate alla presentazione e promozione del sistema di offerta della rete ad operatori internazionali, con particolare riferimento a incontri business-to-business, eventi promozionali, workshop, esposizioni temporanee di prodotti e presentazioni alla stampa, etc...;
  6. Costi per la progettazione e la realizzazione di materiali promozionali e informativi della rete, l’acquisto di spazi promozionali e pubblicitari sui media dei Paesi target, etc...;
  7. Costi esterni per la progettazione, la realizzazione e la gestione, per l’intera durata del progetto, del sito internet di rete in lingua inglese e/o nelle lingue dei Paesi target, nel limite massimo di € 25.000,00;
  8. Costi per la realizzazione e la registrazione di una marca (brand) unitaria, identificativa della rete, nel limite massimo di € 15.000,00;
  9. Spese del personale interno, dipendente da una o più delle imprese della rete che partecipano attivamente al progetto di promozione, dedicato alla realizzazione delle attività previste dal progetto di promozione, entro il limite massimo del valore pari al 20% della somma delle precedenti voci di spesa ammesse (a+b+c+d+e+f+g+h);
  10. Spese di coordinamento nella misura massima del 10% della somma delle spese ammesse (a+b+c+d+e+f+g+h+i), relative sempre ai costi del personale interno, Dipendente da una o più delle imprese della rete che partecipano attivamente al progetto di promozione, dedicato alle attività di coordinamento connesse con la realizzazione del progetto di promozione internazionale. 

Presentazione richieste di finanziamento
Il presente avviso resterà aperto dalla data di pubblicazione sul BURP fino al 30.09.2015 e i progetti saranno finanziati secondo una procedura valutativa a sportello per ordine cronologico fino ad esaurimento delle risorse disponibili, ai sensi del comma 3, art. 5 del Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 123. 
In ogni caso, il termine ultimo per la presentazione delle istanze di finanziamento è il 30.09.2015.
Condividi su Condividi su Facebook Condividi su Google+ Condividi su Twitter Condividi su Linkedin